I probiotici sono delle preparazioni che contengono dei microrganismi vivi ed in quantità sufficiente per poter modificare la microflora della bocca ed averne un effetto benefico.
L’uso della batterioterapia attraverso l’inibizione dei batteri patogenidella bocca è in piena fase di ricerca. I risultati sono incoraggianti, ma necessitano di una documentazione ulteriore.
Questi fermenti attivi sono proposti attraverso il latte, formaggio, compresse, tavolette, gomma da masticare e yogurt. Il soggetto interessato dovrà fare attenzione al prodotto proposto dai supermercati, mentre saranno più sicure le farmacie.
I vari studi incominciano a mostrare dei risultati incoraggianti si è, quindi, pensato di dare le prime informazioni, a chi interessato, per poter seguire l’evoluzione di questa terapia ancora sotto studio.
Il protocollo non è ancora definito per cui sono state proposte 3-4 settimane di assunzione con interruzione 1-2 settimane, nella presunzione di sostituire la flora microbica patogena con la nuova flora batterica non patogena.
Dato che i germi che producono la carie, le gengiviti, la piorrea, le infezioni da funghi, e l’alitosi sono diversi tra loro, i probiotici studiati e proposti per ridurre l’aggressione dei diversi ceppi batterici saranno diversi tra loro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

• nella colonna di sinistra ci sono le diverse situazioni cliniche
• nella seconda colonna vi sono i germi considerati i principali responsabili della situazione clinica
• nella terza il fermento utilizzato per combattere il germe colpevole
• nella quarta colonna i mezzi utilizzati per far assumere il fermento studiato.

Si incominciano a trovare nelle farmacie, parafarmacie, erboristerie e supermercati nuovi mezzi di assunzione dei probiotici (compresse, capsule, yogurt). Nei prossimi mesi e anni avverrà una vera rivoluzione, ogni germe aggressore (colonna 2) avrà il probiotico antagonista.