Il tempo di inserimento di un impianto dipende dall’esperienza dell’operatore, dalla qualità e quantità dell’osso.
La decisione se attuare l’inserzione dell’impianto attraverso una sezione della mucosa o direttamente senza l’uso del bisturi dipende da come è stato preparato lo studio del caso e se abbiamo la mascherina chirurgica a disposizione.
Il tempo di integrazione che viene lasciato all’impianto per integrarsi e poterlo caricare è ancora dibattuto. A seconda del tempo che intercorre tra l’inserimento dell’impianto ed il momento in cui questo impianto viene messo in funzione (caricato) si parla di:
– carico immediato (24-48 ore) in casi selezionati si può applicare il carico immediato
– carico precoce (1 settimana fino a 12 settimane)
– carico Normale (?) tre – sei mesi

La decisione dipende anche qui dall’abilità dell’operatore, da situazione clinica del paziente, dalla quantità e qualità dell’osso. Di solito va da due a sei mesi.
Dopo una estrazione dentale vi sono quindi approcci diversi per inserire gli impianti dentali dopo una estrazione dentale:
1. inserzione immediata post estrattiva.
2. inserzione a distanza di due settimane fino a tre mesi dopo.
3. inserzione dell’impianto dopo 3 mesi.